Sono un donna positiva di natura, ormai lo avrete capito. Amo il bello, le situazioni gioiose, le novità ma, oltre a questo, ho una passione infinita per le stagioni.

Per ognuna di loro riesco a trovare il lato positivo. Attualmente siamo in pieno autunno. L’etimologia della parola autunno è da ricollegarsi al verbo latino “augere”, che significa “aumentare”, “arricchire”.

A tutto c’è un motivo.

Non a caso l’autunno è la stagione dei raccolti e della vendemmia. Molti storcono la bocca, sminuendo quella che è la stagione di transizione tra la splendida estate e il tenebroso inverno. Certo sono innegabili i cambiamenti climatici, ci cominciamo a coprire a causa delle temperature che iniziano ad abbassarsi. Difficile definire l’abbigliamento adatto a questo periodo. Camminando noto gli eccessi: piumini chiusi fino al collo, i giovani con t-shirt colorate. Io per esempio adoro prendere dagli armadi le prime pashmine, maglioncini e stivaletti.

Detto questo,

le bellezze della stagione in corso sono molteplici.

Prima cosa fondamentale per me è la possibilità di mangiare le castagne. Vi pare cosa da poco? Magari dopo averle raccolte in un bosco in ottima compagnia. “Caldarroste”, o, come faceva la mia dolce bis nonna, le cosiddette “ballotte”. Mi viene l’acquolina in bocca al solo pensiero.

Le bellezze della natura durante l’autunno sono da far perdere il fiato: colori, odori. Dopo il calore estivo, l’autunno ci permette di rallentare, di godere della calma della casa, lasciando fuori dalla porta le prime temperature basse e gocce di pioggia. Serate in compagnia, o in sana solitudine con un buon libro da leggere, con l’immancabile (a parer mio) tisana. Adoro poi, nelle belle giornate con il sole meno forte certo, ma pur sempre presente, organizzare camminate o piacevoli pic-nic.

Per non parlare poi delle molteplici sagre in giro per i paesini che offrono cioccolata o prodotti locali. Slurp!

La cosa che in assoluto più amo, però, è camminare nei parchi ascoltando il rumore delle foglie secche sotto i miei passi. Lo trovo super romantico, e voi?

Pronta a parlare anche delle cose negative di questa stagione di transizione.

Odio in modo smisurato fare il cambio dell’armadio, per esempio. Non si sa mai se effettivamente il caldo se ne andrà a momenti, o se ci donerà ancora settimane di temperature sopra la media stagionale. Sei obbligato quindi a tenere a portata di mano, ancora per non si sa quanto, t-shirt o abiti leggeri. Vogliamo parlare poi delle scarpe? Grrrrrrrr, cosa diavolo ne so quali togliere! Invece di fare spazio, mi ritrovo ogni anno ad avere molti capi inutili in più.

L’umido, nemico sicuramente dell’98 % delle donne, ci rovina infine i capelli, formando quella “nebbiolina” alla piega, inguardabile.

Insomma l’autunno come le altre 3 stagioni che ci coccolano durante l’anno ha lati positivi e non. Che non esistono più le mezze stagioni lo sappiamo tutti, ma ricordate: “sempre meglio l’autunno che fa cader le foglie, che la vecchiaia che fa passar le voglie”.

ENJOY!

Ci leggiamo mercoledì prossimo.