Domanda a bruciapelo per voi oggi, cari lettori.

Che differenza c’è tra amore, infatuazione e attrazione fisica?

Quesito difficile? Argomento interessante, più apprezzato sicuramente dalle donne, ma in quanto mia categoria più nutrita di lettrici, le delizio volentieri delle parole che tanto ci fanno pensare e sognare fin da piccole.
Se parliamo di “attrazione fisica”, come dice l’espressione stessa, ci riferiamo a un risveglio di istinti primordiali collegato alla fertilità. Chiaramente crea dipendenza, a parer mio.
Parlando di “infatuazione”, invece, a chiunque viene da pensare all’adolescenza: momento particolare nella vita di ognuno di noi in cui nasce la voglia di scoprirsi, di mettersi alla prova rispetto all’altro, di qualsiasi sesso sia, non per forza quello opposto.
La voglia di affetto, la voglia di diventare grandi, sperimentare nuove esperienze, la ricerca dell’indipendenza. Per gli adolescenti è tutto più facile, non hanno paura a manifestare i propri sentimenti.

Se vi state domandando se l’infatuazione è possibile in altre fasce di età, la risposta è già pronta: sì!
Infatuarsi ad ogni età, anche da grandicelli, con il cuore pieno di speranze e illusioni. Non è mai troppo tardi per permettere a noi stessi di darci una possibilità! Spesso l’infatuazione è legata all’attrazione fisica e alla speranza che si trasformi in amore.

E della “cotta” cosa ne pensate?

Viene definito un innamoramento a breve durata. Mi fa sorridere, io ne ho avute moltissime, sono durate un lampo (io, la maga dell’idealizzazione).

E dell’amore che pensate?

Io lo definirei l’incontro giusto, non pensando all’età o ad altri fattori. Una maturazione del proprio io che permette di essere visti per come siamo, con un dare e ricevere che, ahimè, non porta al mantenimento del rapporto per forza, ma che durante il suo percorso riempie anima, corpo, mente e tempo.
Quando siamo innamorati, accresce la nostra autostima e non riusciamo a pensare ad altro! Quando ami non ti aspetti niente in cambio. In realtà non credo che a parole si possa veramente spiegare l’amore. Si possono raccontare le sensazioni e le emozioni, fatte di cuori all’impazzata, desideri comuni, comprensione al primo sguardo e molto molto di più.
Siete d’accordo con me? E voi come vi sentite?

L’amore è la droga naturale per eccellenza.

E’ vita, è una di quelle cose che se la provi anche una sola volta nella vita, non puoi più non esigerla nella tua vita. Non sempre è tutto rose e fiori, questo è più che certo, ma fare pace è una delle cose che preferisco.
Rimanere a guardare l’amore da attori non protagonisti equivale a non tentare.

Buttatevi, quindi, ubriacatevi d’amore: io lo trovo il miglior antidoto ad ogni male.

E ricordate: una coppia felice non è altro che il sodalizio tra due malati della stessa malattia.

Ci leggiamo mercoledì
Enjoyy