“Fa freddo” è sicuramente la frase del momento.

Non siate noiosi, amici. Impariamo ad adattarci e a valorizzare questa favolosa stagione, che poi così male non è.

Tra un lamento e l’altro provate a guardarvi intorno: i colori cominciano a cambiare, la tavolozza accenna le prime note di grigio, bianco e marrone, abbandonando pian piano le gioie dell’autunno.

Il cielo è limpido, il sole risplende, il freddo è così pungente che comincia a farci venire la gocciolina al naso. I colori del tramonto sono stupefacenti.

Immaginatevi una baita…temperature siberiane all’esterno e voi protetti dal calore di un camino scoppiettante, candele accese e una piccola finestra affacciata sulle cime e la neve che continua a cadere.

Un bicchiere di vino rosso, dal sapore amabile e corposo. Odore di legno e arancia. La compagnia la lascio scegliere a voi. Io mi porto lui, il mio compagno, moro, alto, bello, non posso desiderare di più.

Sentite la musica di sottofondo? “Green Eyes” dei Coldplay. Esatto, è proprio l’atmosfera perfetta per abbandonare i pensieri. Un maglione caldo di cachemire che vi abbraccia. Un buon libro, un film, cucinare piatti caldi e gustosi (le calorie sono obbligatorie).

Questa è la mia visione del freddo.

Camminare nelle giornate di sole incappucciata, ascoltando il rumore del silenzio. Sicuramente questa scena da sogno non è scontata, né quotidiana (parlo della neve e della baita). Molti di voi penseranno che il freddo sia negativo.
Temperature rigide, vi coprite e quindi sudate, e per questo vi ammalate: una sorta di circolo vizioso. Ancora questa negatività… allora non vi ho insegnato proprio nulla ragazzi!

Il freddo FA BENE.

A cosa?
– Con il freddo si riproducono meno microrganismi
– La temperatura non troppo alta all’interno dei luoghi chiusi (20 gradi circa) rende possibile la concentrazione nello studio e nel lavoro, inoltre previene il mal di testa.
– Nella stagione fredda si attenuano i dolori articolari e le infiammazioni.
– Udite, udite: il processo di invecchiamento della pelle rallenta.
– BRUCIAMO PIÙ CALORIE per preservare il nostro equilibrio termico.

Siamo in uno splendido paese dove la temperatura non è quasi mai inferiore a 0 gradi Celsius e mai superiore a 50° C. Niente male se pensiamo che esistono alcuni posti sulla terra con temperature estreme, nei quali è impossibile vivere, se non si è abituati sin dalla nascita.
Ecco a voi la lista delle location più fredde al mondo:
Oymyakon (Russia), temperatura abituale è -50°
Verkhoyansk (Russia), temperatura abituale -47,7°
Snag, Yukon (Canada). Nel 1947 ha registrato un picco di -65°
Prospect Creek, Alaska (Stati Uniti). In questo paese esiste solo una stagione ed è l’inverno.
Fort Selkirk, Yukon (Canada). Considerato uno dei luoghi più freddi al mondo, nel 1950 è stato abbandonato dai suoi abitanti a causa delle temperature insostenibili.

Riteniamoci fortunati, amici: il nostro freddo è una virtù.

Ricorda: “vestiti d’amore e non sentirai mai freddo”.

Ci leggiamo mercoledì.
Enjoy