Oggi parliamo di…MIELE!

Ieri sera ero dalla nonna. Ho accennato un piccolo colpo di tosse e, come tutte le volte che tossisco, ecco arrivare la stessa frase dalla sua bocca: “forse dovresti bere un po’ di latte e miele ”.
Ebbene sì, noi siamo tradizionalisti in famiglia, non c’è inverno senza tosse che non sia curata naturalmente con il miele. Le dolci api, tramite il nettare dei fiori e il duro lavoro loro, e di chi le gestisce, producono un tesoro inestimabile.
Si parla di miele dal VI millennio avanti cristo.
La storia che preferisco appartiene agli egizi: preparavano ampolle enormi piene di miele da mettere ai lati delle mummie per il loro viaggio nell’aldilà.
Eliminato da tempo dalla mia tavola lo zucchero, uso il miele nella vita quotidiana per addolcire le bevande e le pietanze. È composto da glucosio (ottimo perché fornisce energia immediata al nostro corpo) e fruttosio (che funge da riserva per il fegato).

Io sono ormai nelle mani della mia azienda agricola di fiducia, una certezza. Vado acquistare il miele direttamente all’azienda a Pienza all’azienda agricola “CASA GORI”.

 

Avete mai riflettuto sulle favolose proprietà del miele? Ne elenco alcune:

-Antibatteriche.
-Antiossidanti.
-Energetiche.
-Allevia la tosse.
-Importante ruolo all’interno di una dieta.
-Benefici per lo stomaco e per l’intestino.
-Aiuta i muscoli durante le prestazioni.
-Protegge e disintossica il fegato.
-Ha un’azione diuretica per i reni.
-Antianemica
-Ricco di calcio e magnesio.

Ci sono moltissime varietà di miele. Raccolto dagli apicoltori dai primi mesi primaverili fino a agosto inoltrato, da esso si ricava anche la propoli.
La propoli è costituita da una sostanza resinosa che le api raccolgono dalle gemme e dalla corteccia di alcuni alberi, quali pioppi, abeti, olmi e betulle, e che poi mescolano con saliva, cera e polline. Utilizzano poi questo composto come isolante e disinfettante dell’arnia (farò a breve anche un articolo sulle api).
Voi quale miele preferite? Io vado matta per il miele di castagno: accostato ai formaggi è il top!

Vi indico alcune tipologie di miele:

-Millefiori
-Melata
– Tiglio
– Eucalipto
– Agrumi
– Corbezzolo
– Tarassaco
– Lavanda

Mi piacerebbe invitarvi a beneficiare del favoloso nettare delle api con una ricetta facile e veloce per produrre le vostre personalizzate caramelle al miele e limone.
La vostra gola ne sarà felice, e anche il vostro cuore.

Vi occorrono:

* 4 cucchiai di acqua
* 6 cucchiai di zucchero
* 2 cucchiai di succo di limone
* 2 cucchiai di miele
* Stampini piccoli

Siete pronti?

Ecco come si producono:
1. Sul fuoco in un pentolino mettere lo zucchero, l’acqua, il succo di limone mescolando.
2. Portarlo ad ebollizione, continuando a mescolare con un cucchiaio, far sciogliere lo zucchero.
3. Quando il liquido diventerà trasparente e inizierà a bollire, unire il miele. Mescolare fino a farlo caramellare (lo riconoscete dal colore).
4. Distribuire lo sciroppo negli stampini, lasciare freddare, e via in freezer.
5. Da un foglio di carta forno ricavare dei quadratini, serviranno ad avvolgere le caramelle.
6. Una volta pronte potete confezionarle singolarmente o in dei pacchettini.

Sono buonissime e sono veramente utili! Poi farsi le caramelle da soli sono l’ennesima cosa per la quale vale la pena vivere.

Ricorda: “la speranza è l’unica ape che fa il miele senza fiori”.

ENJOY ci leggiamo mercoledì prossimo.
Condividete.